EmiliAmbiente: verso l’abbattimento del serbatoio pensile di Sissa

EmiliAmbiente - serbatoio pensile

EmiliAmbiente sta avviando in queste settimane la progettazione dell’intervento di demolizione e salvo imprevisti affiderà i lavori entro fine anno; il costo complessivo di tutta l’operazione, sostenuto interamente dalla SpA, è stimato in circa 330mila euro.

Si avvia verso la demolizione il serbatoio pensile di viale Battei, a Sissa: EmiliAmbiente – gestore del Servizio Idrico Integrato del Comune di Sissa Trecasali – ha infatti avviato l’iter per l’abbattimento del “fungo”, che avverrà nel del 2020.

Il serbatoio è rimasto in esercizio fino al 2010; questa consisteva, in particolare, nella possibilità di utilizzare l’acqua stoccata al suo interno per limitare al massimo le interruzioni del servizio nel centro abitato in caso di guasti o interventi di manutenzione sulla rete di adduzione (cioè il reticolo di grandi condotte che trasportano l’acqua dalle centrali di captazione alle reti di distribuzioni dei singoli Comuni). Nel tempo, tuttavia, gli investimenti compiuti da EmiliAmbiente sul territorio servito lo hanno reso inattuale: ad oggi, infatti, la distribuzione dell’acqua a Sissa è garantita anche in caso di guasto sulla rete di adduzione, perché questa può essere “sezionata” isolando la parte su cui si deve fare manutenzione, senza interrompere il flusso idrico verso l’abitato.

Nel 2011 il Comune di Sissa ed EmiliAmbiente, verificate le buone condizioni della rete di adduzione a monte del serbatoio e le necessità di approvvigionamento della rete, hanno quindi deciso di isolare il manufatto dal circuito della distribuzione idrica, pur mantenendo intatta la struttura.  Nel 2015, inoltre, è stato realizzato in zona un nuovo punto di interconnessione tra la rete di grande adduzione e la rete di distribuzione: la posizione di questo nuovo nodo è un ulteriore garanzia del fatto che nel caso di manutenzione sulla rete di adduzione il servizio idrico a Sissa non venga interrotto.

EmiliAmbiente sta avviando in queste settimane la progettazione dell’intervento di demolizione e salvo imprevisti affiderà i lavori entro fine anno; il costo complessivo di tutta l’operazione, sostenuto interamente dalla SpA, è stimato in circa 330mila euro.

Leave a Reply

Lost Password

Register